Archivi tag: Storytelling Hotel

Storytelling Hotel and Destination | StayDo e Cascina Dani, Agliano Terme

Dal sogno alla realtà, con una graziosa ape

“Quella sera mi coricai un po’ agitato e durante la notte sognai una lunga strada asfaltata in un paesaggio incantevole, illuminata da una chiara brezza mattutina.

Io continuavo a percorrerla ma non riuscivo mai ad arrivare a destinazione….

Che cosa significava? continuai a ripetermi la mattina, appena sveglio.

In ogni modo mi sentì subito sereno e rilassato e forse è stato proprio grazie a quella chiara immagine onirica che riuscì subito a darmi una scossa, il desiderio di cambiare un po’ la mia vita quotidiana.Pensai subito a un viaggio di qualche giorno, abbinandolo magari a una cura termale specifica, che mi proteggesse dagli eventuali malanni invernali.

La zona mi sembrava quella delle Langhe-Monferrato e mi ricordai di una mia amica che mi parlò bene delle Terme di Agliano la cui acqua era un tempo, ritenuta miracolosa dagli abitanti del luogo che la utilizzavano per la cura delle più disparate malattie.

paesaggi-vitivinicoli-di-langhe-roero-e-monferrato-2014-unesco-beni-culturali-piemonteE così mi misi a navigare su internet cercando qualcosa d’interessante.

Nella mia ricerca digitai le semplici parole “Agliano Terme pernottamento“: mi focalizzai su Stay Do: Cascina Dani, Agliano Terme un agriturismo immerso nel mondo del vino, tra vigneti e dolci colline patrimonio dell’Unesco 2014 Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato

Prenotai e mi misi subito in viaggio.

Arrivai nel tardo pomeriggio tra le colline della Val Tiglione, nell’Astigiano, un territorio variegato ricco di storia, di cultura e di tradizioni, formato da sette Comuni tra le valli dei torrenti Tiglione e Nizza Comunità Collinare Val Tiglione e dintorni

Qui il turismo è più meditato e attento nel rispetto delle singole realtà comunali: gli intensi colori del fogliame ad ogni stagione, la disposizione dei vigneti, casolari discreti occultati nel verde tra i dolci pendii e le strade campestri, la quiete dei boschi, i borghi  e le chiese appartate, propongono oggi una storia radicata nel tempo e modellata dal lavoro dell’uomo.

Dopodiché proseguì verso la Cascina Dani nella Regione Dani, un po’ fuori dal centro abitato di Agliano.

Mi venne incontro Zahra, la proprietaria, una donna di origine somala e tedesca che mi accolse con un caloroso sorriso e dopo avermi accompagnato nella mia graziosa e confortevole camera, m’invito a bere qualcosa, un bicchiere di vino.

Uno dei vini principe di questa zona  si chiama Barbera – per tutti La Barbera d’Asti la cui tipicità è stata riconosciuta con la vendemmia del 2008, garantendole la denominazione DOCG (Denominazione d’Origine Controllata e Garantita).

suri_barbera_dasti_villa_giada_andrea_faccioMentre chiacchieriamo del più e del meno, incomincio ad assaporare – non solo l’ottimo vino della cantina di Andrea Faccio, suo marito –  ma anche l’atmosfera di questa casa, una cascina della famiglia di Andrea, oggi completamente ristrutturata mantenendo l’originalità, arredata con pezzi unici che rendono l’ambiente molto confortevole!

 

Mi congedo dalla gradevole compagnia di Zahra e, prima di raggiungere la mia camera, decido di fare due passi intorno alla cascina.

Quella prima notte sognai ancora quella lunga strada asfaltata, ma questa volta comparve un’ape gigante che mi sorrideva e mi parlava, ma ahimé, non riuscivo a comprendere bene le sue parole 😦

Decisi così di ritornare alla piattaforma online di StayDo e con mio grande stupore ritrovai l’immagine della lunga strada asfaltata – tanto sognata –  assieme alla simpatica ape!

Dedicai quindi tutto il mio tempo per approfondire la conoscenza del sito, e scoprì un mondo di attività adatte per il tempo libero, da potermi regalare durante la mia breve vacanza relax e benessere nel Monferrato.

E così pensai subito al Nordic Walking con Simona  per un po’ di movimento all’aria aperta. La sua scuola è adatta a tutti e permette di recuperare la forma fisica pensando soprattutto al benessere: recentemente è stato creato un “progetto sentieri” rivolto a valorizzare il territorio e le strutture ricettive presenti su di esso (App su google Play e Applestore).

E nel pomeriggio, un’ora di yoga con Marina sempre all’interno della Cascina Dani.

Dopo chiesi a Camilla d’insegnarmi a preparare il tradizionale dolce piemontese il Bonèt e più precisamente tipico proprio di queste parti.

la-cascata-dei-sapori

In piemontese il termine Bonèt significa cappello o berretto tondeggiante e più propriamente, nell’antichità, voleva dire berretto da notte. Ma la sera emerse la mia più grande passione, il Teatro: una lezione  di recitazione con Monica Massone

Esprimere un pensiero, un sentimento, un punto di vista sulle mie giornate, sulla società, sul mondo attraverso il corpo e la voce di un personaggio il-viaggio-teatro-2016-monica-massoned’invenzione oppure ispirato alla letteratura, alla storia… insomma, liberare le  mie emozioni anche attraverso un dialogo improvvisato, mi ha fatto terminare egregiamente la mia ultima notte alla Cascina Dani!

Il giorno dopo mi accorsi che mancava qualcosa: avevo scattato diverse fotografie e preso tanti appunti, preziose pillole dei miei istruttori, e volevo riunirli in un bel quaderno, un libro  con tanti fogli di carta bianca (e ben rilegati!) da sfogliare con i miei amici più cari al mio rientro.

littera-antiqua-bianca-maria-bordone-2016-alberto-dorigoEcco quindi Bianca Maria che con le sue abili mani riesce a trasmettermi un’arte senza tempo, oggi di grande fascino.

Si presenta con tutto l’occorrente ed io la seguo passo per passo fino alla completa realizzazione di un libro cucito: un lavoro artigianale d’eccellenza, realizzato in poco più di due ore!

 

 

Bianca Maria Bordone con Paolo Pastorino alla Cascina Dani di Agliano Terme © 2016 Alberto Dorigo

 

Rimango impressionato e sono contento del suo lavoro! 

 

Grazie a Stay Do e  Cascina Dani

 

 

StayDo è un progetto nato nel 2016 da un’idea di Paolo Pastorino, Managing Director. StayDo è una nuova piattaforma online che offre un servizio di intermediazione tra turisti, piccoli albergatori e istruttori che offrono attività e corsi sul territorio. StayDo ha trovato terreno fertile per lo sviluppo iniziale in Piemonte, ma ambisce ad ampliare il proprio network su tutto il territorio nazionale.

L’Agriturismo Cascina Dani,  è stato uno tra i primi albergatori ad aver sottoscritto un profilo su StayDo, “con immediato entusiasmo, dichiara Zahra Premoselli,  perché ho subito riconosciuto le potenzialità di questo strumento che offre a noi piccoli albergatori un’ulteriore opportunità di visibilità e, non di secondaria importanza, ci sostiene in alcuni aspetti della promozione” .

L’immagine di copertina è di Alberto Mantellino che ha sorvolato l’area del Monferrato nei giorni della nostra visita stampa nel mese di Ottobre 2016 

Immagine BRU primo pianoLa mia ispirazione:

Ho incontrato Paolo Pastorino a Torino in occasione di una Fiera espositiva e sono rimasta incuriosita dalla sua nuova attività nel turismo: sono certa che potrà avere un notevole sviluppo su tutto il nostro territorio italiano, soprattutto nelle piccole aree che rispecchiano le caratteristiche delle Langhe e del Monferrato.

 

Storytelling Hotel and Destination | Villa L’Embellie, Saint Paul de Vence, Francia

Storytelling Hotel | Villa L’Embellie a Saint Paul de Vence, Francia
A spasso per SaInt Paul de Vence con i miei amici Jacques, Marc e Jean-Michel

Ho sentito parlare tanto di Saint Paul de Vence un antico borgo fortificato situato in una deliziosa posizione su un sperone di roccia, non lontano dalla costa azzurra nel dipartimento delle Alpi Marittime nel sud della Francia.

Saint Paul de Vence, France

Leggendo i giornali, rimasi colpita da questa immagine del cantante Yves Montand con la scrittrice Simone Signoret:

Signoret, Montand © Office de Tourisme de Saint-Paul de Vence
Signoret, Montand © Office de Tourisme de Saint-Paul de Vence

i loro volti, così rilassati, lasciavano trasparire un’invidiabile quieto vivere!

Poi il loro cappello, racconta uno stile di vita gaudente a Saint Paul de Vence …

La loro storia d’amore fu coronata in matrimonio dal Sindaco di Saint Paul, Marius Issert il 22 Dicembre 1951, alla presenza dei testimoni Paul Roux proprietario della Colombe D’Or e del poeta Jacques Prévert.

La Pétanque © Office de Tourisme de Saint-Paul de Vence
La Pétanque © Office de Tourisme de Saint-Paul de Vence

Yves Montand (Ivo Livi, di origine italiana) amava giocare a bocce a La Pétanque – nome provenzale “pèd tanco” ossia pieds joint – sotto i platani, nella pista di sabbia oggi ancora la più celebre al mondo in Place Neuve, vicino al ristorante-albergo di Paul e Titine Roux.

Se nel corso di quest’ultimo secolo, l’Arte intesa come completa forma di espressione, vive ed è nell’aria a Saint Paul, lo si deve anche e soprattutto alla passione di questa amabile coppia.

Famosa la loro accoglienza “Welcome here on foot, on horseback or on canvas!” che richiamava molti artisti di fama di passaggio a Saint Paul come Matisse, Léger, Picasso, Calder, Braque, Chagall,…

Decido allora di seguirne due, Marc Chagall e Jacques Prévert, chiedendo loro di accompagnarmi alla scoperta di questo villaggio pittoresco.

La nostra passeggiata incomincia proprio dalla porta d’accesso, la Porte de Vence, costruita nel XIV secolo orientata verso la città di Vence. Insieme ci inoltriamo verso la strada principale lunga e stretta ricoperta di ciottolato e chiamata Rue Grande, e davanti a noi l’antico borgo medievale si presenta: i muri delle case mi riportano subito indietro nel tempo e provo ad immedesimarmi nella vita quotidiana di ieri e di oggi.

Le mie domande sono tante e diverse e vorrei conoscere la storia attraverso i secoli: decidiamo allora di visitare il Museo di Storia locale Musée d’Histoire Locale allestito in un bel Palazzo in Place de l’église.

Il percorso espositivo  è molto originale, “un sali-e-scendi” in ciascun piano,  dove ritroviamo delle splendide statue di cera dei personaggi più influenti di ogni epoca, che ripropongono alcune scene legate a particolari eventi accaduti.

All’uscita mi sento soddisfatta e pronta a continuare con loro la passeggiata.

Notiamo che la porta de La Chapelle des Pénitents Blancs XVII secolo è aperta e sentiamo degli strani rumori simili ad uno scalpellio; entriamo e rimango folgorata da quello che vedo e non ho altre parole da aggiungere!!

La Chapelle des Pénitents Blancs © Alberto Dorigo
La Chapelle des Pénitents Blancs © Alberto Dorigo

Jean Michel FolonCi viene incontro un signore con il suo fare gentile e affabile e saluta i miei due amici scambiando anche un paio di simpatiche battute…me lo presentano, si chiama Jean-Michel Folon ed è l’artista che sta lavorando alla Cappella.

Proseguiamo verso la Place de la Grande Fontaine, il cuore del villaggio, dove desideriamo chiacchierare un po’ con i diversi turisti in visita a Saint Paul de Vence.

A questo punto, decidiamo insieme di andare a bere qualcosa lungo le mure (bastioni edificati nel XVI secolo, sotto il Regno di Francesco I°), perdendoci nello splendido panorama che si apre davanti a noi ricoperto da cipressi, vigneti, palme, lavanda, gelsomini, aranci, ulivi centenari: Jacques Prevért ci delizia l’animo leggendoci una delle sue bellissime poesie come “Il bel tempo”.

Mi accorgo che la giornata volge ormai al tramonto: sono serena e soprattutto ricca interamente, grazie ai singoli momenti vissuti in compagnia di questi grandi Artisti di fama mondiale!

Li accompagno fino alla loro casa: Ville L’Embellie 

Suite Folon

Suite Chagall

Chambre Prévert

11.02.2016 © Brunella Dorigo riproduzione riservata  – Il Diario della mia curiosità

Immagine BRU primo pianoLa mia ispirazione …

Ho visitato personalmente Saint-Paul de Vence e ho “sentito l’arte” in tutte le sue forme …il gradevole paesaggio circostante mi ha condotto verso la Villa L’Embellie e qui ho ritrovato Chagall, Folon e Prévert. I tre artisti hanno vissuto e amato Saint Paul de Vence nel corso della loro vita.

Marc Chagall (Vitebsk 1887-Saint Paul de Vence 1985) pittore francese di origine russa

Jacques Prévert (Neully-sur-Seine 1900 – Omonville-la-Petite 1977) poeta e sceneggiatore francese

Jean-Michel Folon (Uccle 1934 – Principato di Monaco 1995)

Link

Office de Tourisme de Saint-Paul de Vence

Ristorante Albergo La Colombe D’Or

Un ringraziamento a …

Maison d’hôtes de luxe| Luxury Guesthouse 

451 Chemin du Cercle 06570 St Paul de Vence France

Villa L’Embellie è stata inaugurata nel novembre 2015.

Una casa immersa nel verde della campagna St Pauloise a pochi chilometri da Nizza e Cannes, completamente ristrutturata e rinnovata, in perfetta sintonia con il gusto e la raffinatezza della proprietaria, Madame Géraldine Urbain.

La luce naturale si riflette in ogni angolo della casa, valorizzando l’essenza di ogni oggetto, dal mazzo di fiori freschi, al ricevimento, alle sedie ai divani, alle bottiglie di vino in bella mostra in una cantina originale a vista, ai quadri, agli oggetti di design…

Un grande spazio conviviale che si affaccia sulla piscina, una biblioteca per nutrire anche la mente, tre camere (adatte ad ospitare solo fino a sei persone adulte), una casa prestigiosa dotata di ogni confort, in mezzo al parco nella quiete distensiva della natura, a due passi dal centro di Saint Paul de Vence.

Un’oasi dove non può certamente mancare un’area dedicata al benessere del corpo dotata di una sala sportiva (Bicicletta ellittica, Power Plate) unita a diverse discipline olistiche come yoga, pilates prevedendo (su richiesta) anche diversi tipi di massaggio (svedese, californiano, thailandese) tenuti da personale qualificato.

Saint Paul de Vence © Ville L’Embellie
Saint Paul de Vence © Ville L’Embellie

“Ho seguito personalmente il lavoro di ristrutturazione insieme a Vincenzo Cannova, durato quasi due anni; in ogni fase le mie scelte sono state guidate da una sola parola “Embellie!” seguendo unicamente la mia visione di accoglienza d’eccellenza… e così lo scorso Novembre 2015 ho finalmente aperto al pubblico la mia casa”.

intervista

Geraldine non è sola in questa sua nuova avventura imprenditoriale e si avvale di una collaborazione seria e preziosa, Amandine Imbert, che vanta anni  di una lunga esperienza nella ristorazione di lusso a contatto con una clientela internazionale; i suoi piatti caldi e freddi offrono il meglio della cucina con un’attenzione anche per chi soffre di intolleranze alimentari.

Curiosità: alcune sculture sparse nella Villa sono realizzate dall’artista Sébastien Di Natale.